Gli undici segreti del Duomo

1. Tomba laica

C’è solo una tomba, profana all’interna del duomo, risalente al 15 secolo. E’ quella di Konrad Kuene van der Hallen. Uno dei tanti maestri che hanno contribuito alla costruzione del Duomo.

2. L’hobby del Vescovo

Sopra la tomba suddetta si possono vedere alcuni moderni affreschi del 20 secolo, tra questi quello che raffigura l’ amato Cardinale Frings, mentre suona il violino, suo hobby preferito.

3. Una automobile nel Duomo?

C’é pure un’ automobile dentro il duomo o meglio una sua immagine si trova nella cosiddetta finestra dei bambini. Finestra donata dai bambini  negli anni 60.

4. Il miracolo dei Magi

Nel 15 secolo durante una tempesta crollo’ parte del tetto del Duomo. I detriti avrebbero potuto distruggere l’ urna dei Magi. Ma visto il luogo … ,per miracolo l’ urna rimase intonsa. A ricordare il prodigio, sul pavimento fu disegnato un cerchio a ricordare la posizione dei detriti.

5. C’è pure il demonio.

Nel coro, se si osservano attentamente le preziose sedute in legno del 13 secolo, è possibile osservare figure demoniache che mostrano la schiena e il fondo schiena. Simboli e monito del peccato.

6. Non aprite quella tenda!

Dietro la navata c’ é una pesante tenda verde che non viene aperta quasi mai. Dietro si trova la pianta originale della facciata occidentale del Duomo risalente alla fine del 13 secolo. La pianta fu rubata durante la rivoluzione francese, nel 1800 fu ritrovata divisa a meta’. Una a Parigi l’ altra a Darmstadt. Oggi la mappa è divisa in undici pezzi.

7. Tiro mancino

Nella ex camera del tesoro c’è una scultura. Un uomo, la particolarità ha due mani sinistre …

8. Calcio tra le guglie

Nel 20 secolo il Duomo a seguito dei danni della Seconda Guerra subì importanti interventi di restauro. I maestri a volte si lasciarono prendere la mano. Oggi tra  guglie e pinnacoli è possibile osservare accanto alle canoniche raffigurazione sacre, le effigie di alcuni maestri scalpellini e persino due calciatori.

9. Scommettiamo?

Nel 19 secolo si pose il problema di dove reperire le ingenti risorse per continuare la costruzione. Detto fatto,venne ideata la lotteria del duomo.

10. Il giravite da Guinnes

Dentro il duomo c’è pure un giravite di 1 metro e mezzo servito per avvitare il tetto del Duomo … il giravite e rimasto lì nel sottotetto.

11. Da dove si entra?

Dal 16 secolo fino al 19, strano a dirsi ma il Duomo non possedeva una entrata principale. L’odierno ingresso è stato definito quando venne portata a termine la costruzione della Torre sud.

cropped-fotocopertinablog.jpg

 

 

 

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.