Herr cinque per cento. Un altra storia di mazzette

hand Ci risiamo. L’ennesimo scandalo che coinvolge affaristi senza scrupoli e alti burocrati. Ancora una volta gente senza remore e dignita’, approfitta delle propie posizioni di potere per lucrare sulle spalle dei piu’ indifesi. Ancora una volta la Capitale fa da teatro a questa squallida commedia. E’ una classica storia di corruzione. Gl inquirenti hanno scoperchiato un vermaio di malaffare. Pare che il funzionario addetto al controllo della qualita’ per le forniture per i rifugiati si sia intascato dal 2014 al 2015, dai 5 ai 10 mila euro al mese. A casa di un altro hanno invece trovato un tesoretto di 51 mila euro in contanti. Addirittura la societa’ incriminata aveva subito gia’ condanne per evasione fiscale e teoricamente non avrebbe potuto partecipare alle gare di appalto pubbliche. Per non parlare delle vessazioni subite dai poveri rifugiati, ad opera dei cosiddetti assistenti sociali.Violenze fisiche e verbali di ogni sorta. Tutto il mondo politico e’ compatto ed unanime nel chiedere di andare a fondo a questa storia. Si chiedono come mai nessuno si fosse mai accorto di nulla. Insomma sempre la solita storia di scandali…non propio la capitale non e’ la caput mundi ma bensi’ Berlino ed loschi tipi non sono di Trastevere ma di Neukölln o chissa qual altro quartiere berlinese

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.