Un cadavere al Consolato. Un vero giallo Kölsch!

Questa mattina, la normale routine delle attivitá del Consolato Italiano di Colonia, é stata alterata da un increscioso e tragico accadimento. I racconti di chi, oggi era lí trasmettono l’ orrore visto, ” poverino a testa ci tagghiaru…malu signu ” scene raccapriccianti ” solo un maniaco puó fare una cosa del genere ” . Nel giardino interno di pertinenza del Consolato, é stato rinvenuto il cadavere, orribilmente dilaniato con la testa tranciata di netto, lontana dall’ esanime corpo, di un coniglio.

La tensione del momento era evidente, al di lá del gesto efferato che era costato la vita al povero animale, le domande che tutti avrebbero voluto fare ma nessuno facceva, rimanevano lí, tetre. Chi? E perché ? Chi poteva avere avuto l’ ardire, se non l’ arroganza della prepotenza, di violare la recinzione del consolato  incurante soprattutto  del sistema di videosorveglianza! Chi se non qualcuno avvezzo a tali gesti, chiaramente intimidatori! Ad altre latitudini gli autori di tali messaggi sono spesso chiaramente ipotizzabili, ma a Colonia é altra cosa o almeno dovrebbe esserlo. Nel frattempo che le forze dell’ ordine analizzavano la scena del crimine

Le varie ipotesi sul significato del gesto cominciavano a farsi voce tra gli astanti. La maggioranza concordava con la motivazione, non c’ era dubbio alcuno era un tipico avvertimento mafioso! Ma a chi?

Un utente scontento dei servizi ricevuti? Il gesto sconsiderato di un folle? Le ipotesi che si sentivano tra gli astanti erano numerose, c’ era pure chi arrivava a individuare addirittura nella persona del Console Generale, il destinatario di tale efferato gesto, ” parla troppo…vuole fare troppe cose…ma chi ci pari a iddu ca po canciari i cosi? Cà una cancia mai nenti! “.

Per fortuna gli inquirenti avevano a disposizione le videoregistrazioni delle telecamere di sorveglianza, il criminale non avrebbe avuto scampo! Dopo diverse ore di visione, gli inquirenti si sono trovati a rivivere i tragici momenti come se fossero stati lí ad assistere alla scena. Il Criminale li guardava beffardo, con ancora in bocca la testa sangiunante del povero coniglio! Ma grazie alle riprese sará presto identificato ed assicurato alla giustizia. Gli inquirenti hanno richiesto la collaborazione di tutta la cittadinaza di Colonia e come solito hanno anche distribuito delle foto segnaletiche per essere aiutati nel loro gravoso compito di assicurare alla giustizia tale efferato e sconsiderato criminale.

Wanted dead or alive

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.