..una odissea di 12 ore..

sara Sara, 25 Fotografa .

Da dove vieni?
Sono nata a Vercelli ma negli ultimi anni per lavoro mi ero trasferita a Torino, una citta’ molto bella ma grigissima.

Cosa ti ha spinto a venire a Colonia?
Nel 2014, avevo lasciato il lavoro, era venuto a mancare mio padre, un riferimento per me. Era un periodo particolare, sentivo il bisogno di  muovermi, dovevo cambiare qualcosa. Avevo pensato di andare in Inghilterra, sinceramente la Germania non era mai entrata nei miei pensieri, ne’ tantomeno avrei pensato di viverci. Stavo organizzando per trasferirmi li’, quando via FB ho conosciuto un ragazzo Tedesco precisamente di Colonia, che si trovava a Torino per un evento culturale a cui partecipavo anch’io. La faccio breve, ci siamo conosciuti live, e’ nata una storia, lui e’ diventato il mio ragazzo, la Germania ha preso il posto dell’ Inghilterra e quest’anno mi sono trasferita. Sono arrivata a Colonia in treno, una odissea di 12 ore, fatta assieme al mio cane, un Bouledogue francese . Appena ho messo i piedi a terra mi sono sentita felice.

Che sensazioni avevi?
Certo all’inizio e’ stata anche dura. Ero intimorita’, non sapendo la lingua non potevo esprimermi. Pensavo che non sarei stata accettata perche’ ero una straniera. Mi perdevo continuamente quando andavo in giro , ma alla fine non mi importava granche’ in ogni angolo c’era qualcosa che mi affascinava. Mi sentivo felice.

Come ti trovi a Colonia?
La citta’ mi e’ sembrata bella da subito e per me continua ad esserlo. Mi ha colpito. E’ passato un anno la conosco un po’ meglio, ci sto bene a Colonia. Sono una fotografa, ma per un lungo periodo non ho piu’ preso in mano la macchina fotografica, qui ho ripreso a fotografare. Ne ho sentito il bisogno, la voglia. Colonia per me e’ positivita’, e’ calorosa, affascinante e’ difficile non innamorarsene. Ma ti devi dare, interagirci e lei ti da tanto in cambio. Altrimenti puo’ toglierti tutto. Io la sento cosi‘. Credo che qua ci si possa realizzare. Se ti dai da fare, se mostri volonta’, vieni premiato non e’ come da noi, che se non hai appoggi non vai da nessuna parte, mi sembra che qua conti la meritocrazia o almeno pare fin’ora a me.

Progetti? Pensi di rimanere?
Penso di rimanere sicuramente ancora per un po’, assieme al mio ragazzo, e’ videomaker, abbiamo avviato una serie di progetti di lavoro, poi dopo chissa, se un giorno sentiro di nuovo il bisogno di muovermi, faro di nuovo le valigie.

alberi

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.