Farina e acqua

Con farina e acqua di solito si fa il pane, ma a Colonia, dall’ unione di Farina ed Acqua e’ venuto fuori un profumo, o visto il successo secolare, il profumo per eccellenza. L’ Acqua di Colonia. E’ una storia lunga quella dell’acqua profumata di Colonia, iniziata ufficialmente nel 1709 ma con radici ancora piu’ lontane. Sono radici italiane, quelle della famiglia Farina. Mercanti originari di Santa Maria Maggiore ( TO). Com’ era prassi in quei secoli, le famiglie di mercanti o di banchieri sparpagliavano per tutto il mondo conosciuto i loro rampolli, in modo da avere rappresentanze commerciali nei maggiori centri d’affari, corti e citta’. Colonia era gia’ all’epoca uno dei maggiori centri commerciali d’Europa diverse famiglie di mercanti italiani vi avevano la loro rapprensentanza. Tra questi i fondatori della Maison Farina GiovaniBattista e GiovanniMaria Farina. All’inizio la produzione di profumi era una parte marginale degli affari della famiglia, tra le tante mercanzie vendute o prodotte c’era l’ acqua mirabilis inventata da un cugino dei Farina, Giovanni Paolo Feminis. Da questa originaria acqua mirabilis con un processo di sua invenzione, GiovanniMaria Farina avrebbe creato l’acqua di Colonia, che cosi descriveva in una lettera indirizzata al fratello:

« Il mio profumo è come un mattino italiano di primavera dopo la pioggia: ricorda le arance, i limoni, i pompelmi, i bergamotti, i cedri, i fiori e le erbe aromatiche della mia terra. Mi rinfresca e stimola sensi e fantasia ».

Oggi la Maison Farina dopo alterne vicende e’ ritornata ad essere tutta di propieta’ della famiglia che porta il nome del fondatore. La sede dell’azienda, oltre che punto vendita e’ anche il museo del profumo, particolarmente ricco ed interessante. Dove si potra’ apprendere i segreti nel mondo della distillazione, dell’estrazione e dell’enfleurage.  Oppure apprendere delle controversie legali avvenute fra l’Acqua di Colonia Originale e i suoi innumerevoli plagi, nonché le innumerevoli falsificazioni.

insegnaross

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.