“…Ma poi,un bel giorno, ho preso la bici e …”

danitanz1 Daniela Franceschelli,  33 anni.

Da dove vieni?
Da Miranda, un piccolo ma bellissimo paese in provincia di Isernia. Ebbene si…il Molise esiste e a quanto pare è arrivato fin quassù

Perché sei a Colonia? Come ci sei arrivata?
Mi hanno detto che da grande avrei fatto strada,peró non pensavo intendessero in kilometri! Mi sono trasferita principalmente per amore, e non per lavoro perchè pensavo che quello, con un pò di fortuna e perseveranza sarebbe arrivato comunque.Ho seguito il mio fidanzato due settimane dopo aver aver conseguito una laurea specialistica in lingue e sono arrivata in questa cittá alla fine del luglio scorso , in macchina! 15 infinite ore di viaggio!

Quali sono state le tue sensazioni arrivate a Colonia? Come ti sentivi?
I primi giorni sono stati davvero difficili. Mi sentivo tremendamente triste, non tanto per il fatto che potessi sentirmi sola e intimorita, ma perchè il mio pensiero era costantemente rivolto alla mia famiglia;sapevo quanto stessero soffrendo per la mia mancanza, e io per la loro.La lingua era un grande ostacolo, e mi sentivo spesso a disagio. Non mi sentivo libera di comunicare. Avevo perso la mia vitalitá, non avevo molta voglia di uscire, scoprire la cittá era diventato l’ultimo dei miei interessi. Ma poi,un bel giorno, ho preso la bici e ……

E’?
Tanto per cominciare non mi perdo più per strada come prima,ormai sono diventata un’esperta dei mezzi di trasporto e dello shopping. Dopo aver trascorso la maggior parte del tempo nei vari supermercati a capire cosa diamine stessi comprando, adesso so dove cercare e dove acquistare articoli a buon prezzo.In un mese ho conosciuto molta più gente di quanta ne avessi conosciuta negli ultimi anni. Ho scoperto posti bellissimi dove potersi divertire e mangiare dell’ottimo cibo.Sono diventata più coraggiosa e motivata.
Come ti trovi adesso?
Col tempo e l’esperienza mi sono resa conto che non tutti i tedeschi sono freddi e rigidi così come non tutti gli italiani che vivono in questa città sono calorosi ed elastici. Attualmente frequento un integrationskurs così risolverò una volta per tutte il problema della lingua.Mi sono adattata al clima piuttosto ‘freddo’, e al fatto di dover pedalare sotto la pioggia se necessario.

Lavori?
lavoro come intervistatrice mi occupo di indagini di mercato.Ho fatto prima un pò di gavetta,come tutti i nuovi arrivati del resto,ma conto di fare altre esperienze in futuro. Da poco sono entrata nel direttivo di una associazione culturale dove faccio volontariato.
Quali sono i tuoi progetti per il futuro qua a Colonia?
Non ho le idee molto chiare..ma chi ce l’ha! In Italia avrei trovato le porte chiuse alla mia età, e qui vedo un barlume di speranza. Se sei un tipo in gamba riesci a cogliere molte occasioni di lavoro. L’unica cosa che mi frena è il coraggio e la paura di non esserne all’altezza.Forse con un pizzico di coraggio in più ce la potró fare anche io.E poi vorrei farmi una famiglia e comprare una casa.
Quindi pensi di rimanere ?
A meno che io non trovi qualche buona occasione in una bella città tipo Los Angeles, credo proprio di si.

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.